Community Call 14 ottobre 2018 Abbondanza (4°)

Kumarji
Namaste benvenuti a tutti e a tutte. Il formato della Community Call ormai lo conoscete:ci incontriamo per circa un'ora e mezza, come sempre cominceremo con le condivisioni. Sappiamo che sono molto importanti le condivisioni: colui o colei che condivide ha benefici e anche la persona che ascolta. La persona che racconta acquisisce maggiore chiarezza e poi altera anche il cervello degli individui, poiché la coscienza sarà molto diversa e la persona che ascolta la condivisione ha delle ottime probabilità di ottenere delle esperienze simili o delle sincronicità simili nella propria vita, poiché siamo tutti connessi. E ci connettiamo veramente all'altra persona che fa la condivisione della sua esperienza o del suo stato. Quindi è una esperienza molto potente e quindi possono avvenire sincronicità simili anche a voi che ascoltate. Ed è per questo che hanno un ruolo molto importante le condivisioni. Esse saranno poi seguite da alcune domande e risposte, anche se finora non ne ho ricevute. Probabilmente la gente non aveva cose da chiedere, ma siete ancora in tempo se volete metterle nella chat. Poi andiamo alla parte dell'insegnamento. Come tutti sappiamo, siamo serie della ricchezza ed andremo ad approfondire un'altra prospettiva sulla ricchezza e sulla creazione della ricchezza. E il tutto sarò seguito da un processo meditativo e ovviamente alla fine ci sarà qualche annuncio per chi vorrà partecipare alle attività della Academy e chiuderemo con la grande pratica della Soul Sync tutti assieme e quindi ci metteremo d'accordo per avere un intento comune.
Oggi l'intento sarà: “che nessuno rimanga preda dell'ansia o dei momenti di difficoltà della vita”.
Questo sarà il nostro focus o intenzione. Tutti vogliono liberarsi dal senso di colpa e quindi faccimo in modo di non ricadere in questo senso di ansia.

Condivisioni:
Il vostro Sadhana è ovviamente molto collegato con le condivisioni, ricevo tante condivisioni e quindi sembra che vi stiate abituando a questo tipo di cose e la cosa mi fa piacere, perchè stiamo andando verso un tipo di abitudine differente rispetto a prima. Karin dalla Svezia: Sì, ti ho scritto un paio di volte. È stato prima della S&S. È stato il venerdì prima ero a Stoccolma ed ero molto stressata. Ero molto preoccupata per qualcosa nei giorni successivi, il luned+ successivo. Allora ho fatto la mente serena e tutto il mio stress mi ha abbandonato. È uscito dal mio corpo e dalla mia testa e dopo il we sono tornata a casa e mi sono preparata per le mie faccende del lunedì. Dovevo passare del tempo a Stoccolma. Avevo bisogno di tempo (non chiaro) e mi hanno dato ancora una settimana di ferie.
Daniela Braga dal Regno Unito: Quello che vorrei condividere è che dopo che sono stata ad aprile a fare il corso ho dovuto affrontate una situazione finanziaria abbastanza impegnativa perchè sono andata in Brasile a metà del mio master e c'era mio fratello che non stava bene, era a rischio in qualche modo. Quando sono tornata non avevo più la mia borsa di studio. Era veramente una situazione spaventosa. Ma quello che ho sentito, è che c'era la mia resistenza e le mie paure sono scomparse in un modo che non si presentava come emozioni, o pensieri che le cose non funzioneranno, c'era solo uno stato di pace ed era qualcosa di differente rispetto a prima. Prima dovevo combattere molto in situazioni come questa, ed è stato veramente sorprendente.
Altra persona: Il mio atteggiamento nei confronti delle finanze è che sono cresciuta in Sud Africa al tempo dell'Aparthaid. Quello che io ho visto è che da un lato c'erano persone molto ricche, che avevano una vita piena di lusso tutto il giorno, e dall'altra parte, avevo degli amici che mi parlavano delle loro vite e delle situazioni di difficoltà che avevano. E quindi sono arrivata a sviluppare un atteggiamento negativo nei confronti del denaro e della ricchezza e delle persone ricche. E sono diventata consapevole di questa situazione 3 anni fa, ma non era cambiato molto per quanto io facessi o prendessi tutte le intenzioni La Sadhana è stata per me un punto di svolta quando ho cominciato a parlare alle mie finanze. All'inizio non mi relazionavo in nessuna maniera positiva, ma ho cominciato a vedere tutte le cose positive che il denaro fa nel mondo e molto recentemente ho potuto sviluppare una coscienza della conoscenza e ho cominciato a sviluppare un rispetto nei confronti del denaro. E quando ho fatto il Sadhana con il raggio dorato, ho sentito una trasformazione e una relazione con il denaro. Non avrei mai pensato. Questo è stato un punto di svolta. Ho bisogno ancora di alimentare questo, ma è l'inizio per il cambiamento delle mie credenze e del fatto che io merito.
Hiv dalla Finlandia: Kumarji legge la condivisione di questa donna: “ Voglio condividere una storia molto bella. Questo mi è avvenuto nel 1962, quando avevo 5 anni, vivevo con la mia famiglia in un piccolo paese, costruito attorno ad un ospedale. Il posto è auto sufficiente, la maggior parte delle persone lavoravano nella fattoria come i miei genitori e quindi a Natale c'è una festa comune e babbo Natale veniva a partecipare a questo incontro per condividere i doni i doni potevano essere che so, una mela, un candito. Ma io ho avuto un giocattolo di acciaio a molla, un coniglio. Tutti i miei amici volevano provarlo ed io ero veramente eccitata. Dopo ho messo questo giocattolo in uno scatolone, per la notte e l'ho messo lì a dormire ed ero la ragazzina più felice del mondo. La mattina dopo sono andata a cercare il mio tesoro, ma non l'ho trovato. Mio padre aveva usato la scatola per bruciare qualcosa e quindi ovviamente era bruciato anche il giocattolo. Io ho pianto, urlato, ero furiosa e delusa. Dopo aver pianto mi ricordo di essere stata sulle ginocchia di mio padre che mi confortava. Questa storia mi è stata mostrata quando io ho fatto il sadhana per la giusta ricchezza. Questo esercizio l'ho fatto alcuni giorni prima di S&S. Quello che è seguito, è che ho scoperto che durante tutta la mia vita, non ho mai osato di essere felice riguardo a qualcosa che avevo avuto. C'era sempre la paura di perdere tutte le cose che avevo appena acquisito. Non osavo darmi la possibilità di essere felice. Questa storia mi è tornata alla mente nel corso S&S nella zona della Guarigione e ho visto come la mia paura mi stava portando via le cose. Quindi sono stata guarito e ho pianto di gioia e ho fatto la danza di gioia e per la prima volta nella mia vita, sono stata consapevole che io ero libera. E che cosa posso dire: grazie grazie grazie!”
Keri Grabvner: legge Kumarji la condivisione: “Questa è la mia esperienza nel processo dell'ultima settimana. Durante il processo di domenica scorsa, ho scelto l'aspetto finanziario. Ero bloccata nelle azioni, nelle decisioni da prendere sulla giusta percezione durate l'incontro di domenica e ho lasciato andare. Io sapevo che avevo bisogno di un maggiore aiuto su questo e mi sono spostata sulle relazioni e ho preso una decisione molto forte di benedire ogni persona quando nella mia mente sentivo che c'era conflitto. Ho fatto una preghiera ancora più forte per coloro che mi scatenavano delle emozioni forti. Ho pregato per loro e sono stata con la mia esperienza, sapendo che era nelle mani di Dio. Mi ha permesso quindi di navigare più verso uno stato di pace e di benessere. Quindi durante la settimana, ho cercato di vedere qualcosa di più, qualcosa che era mancante nello schema delle finanze. Ma comunque sono andata avanti. Questa è la mia esperienza del processo. Quindi prima dovevo scegliere un tipo di ricchezza che avevo distrutto e c'era molta resistenza; ho detto: “...ma distruggere è una parola troppo forte, come posso distruggere le finanze?” Sapevo che avevo un problema da sistemare con Kumarji. Quindi andiamo a vedere questa parola, distruggere e quindi come contabile ho a che fare con le finanze e in maniera sorprendente, c'era qualcosa che ho cercato di capire molte volte. Ho cercato di rimanere fuori dal senso di colpa, ma con una decisione improvvisa ho smesso di chiedere il conto ad un paio di clienti e ho sentito una leggerezza nel cuore. Mi era successo una cosa simile un paio di anni fa, quando ho chiesto un paio di giorni. L'ho lasciato andare molto a lungo e ho sentito molto conflitto in queste situazioni di rabbia, di conflitto nei confronti di me stessa e anche di delusione. La mia percezione è che sono bloccata nella mancanza. Quindi oggi quando ho fatto il processo e sono arrivata alla parte del processo di creare la giusta percezione, ho messo le mani sul cuore, ho sentito la presenza del mio Divino e ho scelto la giusta percezione: come farò il mio lavoro, come si sentiranno i miei clienti, quanta abbondanza ho già nella mia vita, sentendomi molto grata per tutto ciò che ho. Ho fatto sì che le finanze fossero un bambino e l'ho tirato su amorevolmente e l'ho abbracciato e ho lasciato che questa cosa crescesse oltre me e i clienti, come un oceano. Perchè non riguarda solo me, ma anche come posso aiutare gli altri. Poi è arrivata una decisione che io ci avevo già pensato prima, ma c'era un conflitto collegato ad essa e quindi non volevo affrontare in passato questa cosa ed ero finita in un conflitto che mi aveva sopraffatto. Questa volta mi sono sentita molto meglio, più leggera e ho sentito una gioia, una leggerezza e sono grata per questo processo. Mi sono impegnata a vedere questa ricevuta e a spedirla. Grazie riesco a sentire il mio Divino e voglio ancora portare avanti questi insegnamenti.”

Domande
Non trovo delle domande e o avete capito tutto o non avete capito nulla. Ma credo che sia la prima,visto le condivisioni che avete fatto.
Sembra che non ci siano domande, quindi procediamo oltre.
Domanda spedita: Una persona ha scritto che ha avuto una esperienza mistica e casualmente è accaduto qualcosa. Chiedeva se la sua esperienza era la causa di ciò che è avvenuto là fuori.
Kumarji: Allora vi vorrei dare delle chiarezza sulle esperienze mistiche. Come voi sapete tutti e tutte, ogni cosa è Coscienza e come dice Krisnaji, ci sono solo due stati di coscienza o la coscienza dell'Io o quella dell'Uno. Quindi possiamo fare esperienza o dalla Coscienza dell'Io o dalla Coscienza dell'Uno. Ogni volta che fate esperienza dalla Coscienza dell'Io, la vostra esperienza sarà di uno stato di sofferenza. Ogni volta che siete nella Coscienza dell'Uno, si manifesterà con un bellissimo stato. Ora quando voi fate esperienza della Coscienza, come coscienza dell'Io che si manifesta come stato di sofferenza, abbiamo tutti compreso prima come tutti siamo in stati dolorosi, spiacevoli, distruttivi. Nello stesso modo la coscienza dell'Uno si manifesta in stati bellissimi di nuovo ha uno spettro che va da stati bellissimi, a trascendentali ad illuminati. Quindi la maggior parte delle esperienze mistiche avvengono in stati trascendentali. Quindi non è necessario che una esperienza mistica si debba manifestare sempre come un avvenimento fisico, alcune cose, se voi vedete, ci sono molti pensieri che vanno nella testa, ma non tutti i pensieri che avete nella testa diventano realtà. Quei pensieri che hanno un grande potenziale, se voi veramente li alimentate e siete sicuri di andare nella giusta direzione, allora si manifesteranno. Diciamo che voi fate qualcosa da uno stato di sofferenza di coscienza dell'io, beh, non è che vedete qualcosa di negativo che si manifesta, perchè possono anche venire dalla memoria collettiva, dai geni, dai nonni, dai genitori. A volte possono venire dalla vostra infanzia, da traumi, quindi non bisogna preoccuparsi troppo di queste cose e non bisogna sforzarsi troppo di far diventare realtà le esperienze fisiche. Perché se devono avvenire, averanno. E quando avvengono l'unica cosa che dovete verificare, è che se vi causano uno bellissimo stato godetevelo e se vi portano in uno stato di fastidio, dovete portare attenzione e vedere la verità che c'è dentro di voi, affinché poi si possa trasformare in uno stato bello o comunque passare dalla Coscienza dell'Io a quella dell'Uno. Quindi qualunque cosa che abbia scritto Marianne, per esempio, non si deve preoccupare di sentirsi colpevole, perché capita qualcosa, non dovete pensare che le cose vengano da voi in questo modo, perché se vi preoccupate poi succede qualche cosa di brutto. Non dovete pensare che i vostri pensieri possano manifestare qualche cosa di brutto non è sempre così. Se succedesse tutto quello che noi pensiamo, il mondo sarebbe già distrutto e fortunatamente non è così. In particolare l'Universo coopera per manifestare le cose e quindi è soltanto quando voi siete nella coscienza dell'Io, c'è la possibilità che create una sensazione e qualcosa può uscire, ma nella maggior parte del tempo il mondo è cooperativo.
Domanda: qualcuno ha chiesto quante persone sono illuminate nel pianeta e quante persone servono perché avvenga la trasformazione della Coscienza
Kumarji: In primo luogo bisogna capire bene che cos'è la illuminazione, perché molte persone si portano ancora un concetto piuttosto sbagliato. Noi pensiamo che l'Illuminazione .....(manca un pezzo).. che dopo che siete illuminati siete una persona differente. Quello che dovete capire, è che ci sono solo due stati di coscienza: Coscienza dell'Io e Coscienza dell'Uno. Allo stesso modo ci sono solo due stati dell'essere: stato di sofferenza o stato bello. Se osservate chiunque può vivere solo in u no dei due stati. Quindi ditemi, per favore rispondetemi, quanti di voi sentono che la maggior parte del tempo nella nostra vita noi viviamo in uno stato di sofferenza? Alzate le mani. Quanti di voi sentono che la maggior parte del tempo nella nostra vita sono in uno stato di bellissimo? Il mondo in generale, se voi lo osservate, potete vedere che in ungiorno io sono svegio per 14 ore, magari, forse 6-7 ore potrei essere inconsapevolmente o consapevolmente in uno stato di sofferenza. E poi ci sono momenti che sono in stati belli. E ho osservato molte persone con cui ho interagito, che la maggior parte del tempo era occupata in stati di sofferenza. Quindi, che cos'è la illuminazione? Quando voi potete cambiare questo, la durata del tempo che voi vivete, la portate più verso stati belli che stati di sofferenza, la possiamo chiamare una persona Illuminata. Bello stato è vere una connessione, uno stato di amore, sentire compassione, gentilezza, gratitudine. Lo stato di sofferenza è tristezza, noia solitudine,rabbia, odio, gelosia, invidia, ansia. Allora diciamo che imparando e applicando gli insegnamenti, facendo e meditazioni e facendo anche i processi, se voi potete imparare a vivere in uno stato bello per tempi più lunghi e se potrete imparare come trasformare i vostri stati di sofferenza in stati bellissimi, in modo molto più veloce, allora sarete in grado di vivere magari il 90-95% del vostro tempo in uno stato bellissimo e portarvi anche in stati trascendentali e cosa importante di vivere anche in stati illuminati. Allora siete chiamata una persona illuminata. Io so per certo che ci sono persone illuminate sul pianeta. Ne ho incontrate. Non è che con 100-200 persone il mondo cambia, ma quando un numero sufficiente di persone sono i grado di vivere in stati illuminati per la maggior parte del tempo, allora comincerà ad avere un impatto sulla coscienza umana. Allora l'umanità nel suo complesso sarà in grado di pensare di portarsi in quella direzione, di voler vivere in quel modo, allora, da lì, ci vorrà meno tempo per impattare la coscienza, si altereranno i cervelli in modo chela umanità si porti in differenti stati di coscienza. Quindi prima di tutto dovete capire che cos'è la illuminazione,e in secondo luogo capire che non è una cosa di un giorno e poi non torna più indietro. Una persona illuminata ritorna in stati di sofferenza, l'unica cosa è che si riporta di nuovo in stati bellissimi in pochissimo tempo e ci rimane sempre in tempi più lunghi, usando gli insegnamenti, le pratiche. Quindi col tempo diventa naturale come respirare. E quindi è importante avere la corretta comprensione di questo. E se volete avere un assaggio di che cosa sono questi stati illuminati, il modo giusto è il Festival della Illuminazione di dicembre. Dopo che avete avuto un assaggio, l'illuminazione non è più un concetto che avete capito, ma voi tornate con l'esperienza di che cos'è, non è che rimanete sempre illuminati, abbiate chiarezza su questo. Avete un assaggio e saprete con chiarezza che questa cosa è possibile. È così che funziona. Se volete saperne di più andate nel sito web. È delizioso operare da uno stato illuminato, non solo per l'individuo, ma porta e favorisce un sacco di luce attorno. È bello osservare una persona illuminata. E voi stessi, se cominciate ad applicare, a fare le pratiche, ad essere focalizzati su questo, Krisnaji e Preetaji vogliono realmente completare la visione di Sri AmmaBhagavan, vogliono assicurarsi che qualunque cosa AmmaBhagavan abbiano promesso al mondo diventi una realtà. È quello che noi dobbiamo fare. Siamo tutti molto appassionati nel fare di questo una realtà. E io penso che se iniziate ad applicare le pratiche, apprendere gli insegnamenti, veramente lo possiamo fare accadere. Veramente comprendetelo, noi decisamente dobbiamo portarci in uno stato bello e anche il Divino a quel punto interverrà per influenzare gli altri. L'illuminazione avviene quando avete messo il vostro sforzo e poi arriva anche la grazia Divina. Il nostro cervello cambia completamente e allora il vostro modo di vita sarà quello di vivere la maggior parte del tempo in uno stato illuminato e quando ricadete nella sofferenza, ritornate in uno stato illuminato o bellissimo. Questo è quello che si acquisisce. Quindi non è un processo di poco tempo. Ci vuole del tempo. Sarà più veloce quando ci saranno più persone in quello stato, ma non siamo ancora a quel livello. Siamo quelli che fanno fare il salto. Quindi assicuratevi di focalizzarvi tutti su questa cosa se siete appassionati, siete ricercatori. Non possiamo essere separati dalla nostra vita. E non c'è niente di più importante di questo, che viviate in uno stato bello e che trasformiate il vostro stato di sofferenza in stati belli. Lo stato di sofferenza verrò sostituito dallo stato bello, da uno stato di trascendenza o addirittura da uno stato illuminato. Quindi questo ovviamente, cambierà quando voi vi trasformate, quando imparate gli insegnamenti, quando fate le pratiche. Quando vi trasformate vi connettete al Divino..... Non potete separare la vostra vita dal vostro essere illuminati, perché è solo un cambiamento nel vostro stato interiore, vi è chiaro? Quindi l'illuminazione per ciascuno non è che voi venite illuminati ed è la fine della vita, tutti possono averlo perchè è un cambiamento dello stato interiore, in una maniera talmente concreta che cominciate a vivere partendo da quello. Vi è chiaro?

Insegnamenti
La settimana scorsa abbiamo fatto una pausa perché c'era S&S. Spero che molti di voi ci siano stati. Noi siamo stati molto felici, è stato molto potente a giudizio di molte persone.
Stiamo vedendo il contesto della Ricchezza. Abbiamo visto la primissima sessione come è importante che voi incominciate a vivere in uno stato bello. Poi abbiamo visto quanto è importante fare le correzione per portarsi nelle azioni, perché la giusta azione è molto importante per la creazione della ricchezza. Poi abbiamo visto quanto è importante avere il giusto tipo di intento e l'ultima volta abbiamo visto la giusta percezione.
Questa volta vogliamo imparare un'altra cosa.
Noi siamo tutti connessi nel senso che per la ricchezza è molto importante come vi ponete, come vi relazionate. Noi diamo gli insegnamenti, ma non devono rimanere solo una chiacchierata. Quindi è molto importante portarsi nella azione e quindi è anche importante il giusto intento ela percezione, è giusto anche avere la giusta connessione. Qualcuno potrebbe avere un sacco di ricchezza, ma non la giusta connessione. Se voi prendete una azione, si sentirà quello che la ricchezza può fare per voi o la ricchezza è una entità vivente che sentirete che cosa può generare per voi. Per esempio, abbiamo detto che la ricchezza non riguarda solo i soldi, ci sono 8 forme di ricchezza: coraggio, bellezza, conoscenza, fama, longevità, buone relazioni, essere genitori nel modo giusto, sono tutte forme di ricchezza che possono portare felicità a voi e anche alle persone con cui le condividete. Andando avanti nella definizione, molti non considerano la ricchezza come una entità vivente, ma la considerano piuttosto come un pezzo di carta, una banconota, non la considerano come una cosa viva, la vedono come un oggetto, una cosa morta. Fintato che la vostra considerazione della ricchezza è quella di un oggetto, la persona non avrebbe il giusto tipo di connessione. Se qualcuno deve realmente stabilire una connessione con la ricchezza come un organismo vivente, bisogna imparare prima di tutto a vivere in uno stato di amore.
Fintanto che non vi portate in uno stato bellissimo di amore, cercando di connettervi con la ricchezza che volete, non si manifesterà, finchè siete in questo stato, perchè diciamo, per esempio, che voi avete un nuovo oggetto a casa per es un televisore. Arrivate a casa dopo un lungo viaggio in auto, vi mettete davanti alla televisione e siete molto stanchi. Quindi dite: ok, la guardo domani perchè sono molto stanco, perché sai, è solo un oggetto, sta lì. Diciamo che voi tornate da un lungo viaggio e incontrate uno dei vostri cari amici, che aspettava di vedervi ed è seduto lì ad aspettarvi. Potete dire la stessa cosa che avete detto alla televisione? Ovviamente no, un vostro amico non lo trattate come un televisore.

Quindi sapete che qualcuno vive lì e cercate di recuperare l'energia, è qualcuno che vi aspettava, come siete stanchi voi, magari lo è anche lui. Lo salutate, chiacchierate, cercate di percepire e di condividere qualcosa con questo amico, perché sapete che una persona è un organismo vivente. Poi sentite che un televisore è un oggetto. Riuscite ora a percepire la differenza con chiarezza? Quindi, quando interagite con un essere umano siete in grado di connettervi con l'altro, quando interagite con una cosa non siete in rado di connettervi ad esso. Che cos'è la connessione? La connessione è percepire, sentire quello che l'altra persona sente, percepirla. Nello stesso modo vi stiamo dicendo che ogni forma di ricchezza è un organismo vivente, è una coscienza vivente, non è un oggetto, poichè in qualunque forma vi sia arrivato, vi ha aiutato effettivamente a vivere meglio e quindi crea tante belle cose nella vostra vita. Quindi se voi volete connettervi adesso non è possibile, se voi siete in uno stato di sofferenza, perché in uno stato di sofferenza, voi siete totalmente nella disconnessione. Poiché in uno stato di sofferenza voi pensate solo a voi stessi, perchè la stessa definizione di sofferenza è un pensiero ossessivo centrato su se stessi. Quindi ogni volta che cadete in questo pensiero centrato su di se, ossessivo, sentite che solo voi siete importanti. Potreste dire, no, no quando io soffro penso a mio nonno, ma in quale contesto o pensate al nonno? Oppure penso ai morti, no il vostro pensiero ossessivo, riguarda solo voi stessi. Il centro siete solo voi. Quando uno va in questi di stati di sofferenza non è in grado di connettersi è in uno stato di separazione, è in una coscienza separata e questa coscienza separata, non è mai in grado di connettersi. Quindi la prima cosa che dovete verificare è il vostro stato interiore, prima di collegarvi con qualunque forma di ricchezza. Fintanto che non cambia il vostro stato interiore, non succede nulla.
Frasi come :”Io ho avuto un sacco di problemi finanziari e come posso essere felice” No. Poiché quando eravate un ragazzino non avevate soldi vicino a voi, eppure eravate felici, non è vero? Perchè adesso solo se avete un sacco di soldi siete felici? C'è qualcosa che non va. Allora il vostro stato interiore dipende molto da voi e può essere modificato senza spostare le cose all'esterno. E per vostra informazione, nonostante abbiano acquisito tantissimo a livello finanziario sono ancora tristi, perchè anche loro, possiamo vedere come questi cambiamenti del mondo esterno non vi hanno portato la felicità. La maggior parte delle persone sono bloccate a questo ideale:
“Se le cose esterne cambiano, cambia il mio mondo esterno o il mio stato interiore.”
Questa non è la verità. Ma se il vostro stato interiore cambia, voi ovviamente, andate ad influenzare ciò che è esterno e di conseguenza vedrete i problemi e troverete le soluzioni. Non sarete lì a piangere. Ma quando siete in uno stato di sofferenza, siete bloccati e vedete tutto come un problema e anche le cose meravigliose attorno a voi le vedete come un problema. E continuate a pensare che il mondo cospiri contro di voi, perché in uno stato di sofferenza è solo voi che siete importanti. Quindi continuate a commiserarvi. Pensate di essere una vittima. Pensate che il mondo sia ingiusto con voi. Quindi la chiave è che dovete imparare a trasformare il vostro stato interiore, da quello di uno stato di sofferenza a quello di uno stato bello, per fare una connessione con le persone o con la ricchezza. Gli strumenti che potete usare per adesso, sono: Meditazione della mente serena. Non è una soluzione permanente, ma è un'ottima soluzione. Ma che cos'è una soluzione permanente?

Se voi veramente volete trasformare il vostro stato interiore, dovete imparare a vedere la vostra verità interiore. Ve lo spiegherò in modo particolare nei corsi alla Accademy o nei vostri paesi.
La verità in se non è mono-strato, ma multistrato.
Quindi per tutto il viaggio voi imparerete ad andare nei vari strati e per vedere la verità vi servono molti insegnamenti. Solo quando voi avete consapevolezza, voi dovete essere consapevoli alla luce degli insegnamenti allora sì che vedrete la verità. E quando vedete la verità avviene la trasformazione. Perché avvenga la trasformazione, voi dovete sapere come vedere: vedere alla luce degli insegnamenti e scoprire la verità a vari livelli di profondità. Allora arriva la libertà. Dirlo è facile, farlo è un lavoro abbastanza impegnativo e quindi occorre imparare gli insegnamenti, applicare, vedere le situazione di vita alla luce degli insegnamenti.
È qualche cosa che dovete imparare, non è qualcosa che basta capire.
Sri Bhagavan dice:
“Vedere essere libero”
Ma c'è una enorme profondità in questo. C'è gente che viene da me e dice: io vedo, ma non sono libero. Non significa che quello che dice Bhagavan è sbagliato, perché voi pensate che vedendo tutto siete liberi, no. Dovete vedere alla luce degli insegnamenti. Quali insegnamenti? Dovete imparare una serie di insegnamenti, fate un Journey e imparerete e potrete andare a livelli più profondi per vedere la verità. Solo se vedete alla luce degli insegnamenti e avete consapevolezza alla luce degli insegnamenti, allora arriva sul vostro schermo radar la verità. Nel momento in cui vedete la verità siete liberi.
La giusta connessione è che voi dovete stare in uno stato di amore o in uno stato di connessione e poi dovete relazionarvi e chiedere in una preghiera, oppure mantenere un intento.
Così sono sicuro al 100% che la creazione di ricchezza diventa una realtà.